800145594
Lunedi - Sabato | 8 - 18
Londra
Roma Praga

CANDLESTICK

CANDLESTICK

L’analisi candlestick è nata nel Giappone feudale tra il diciassettesimo e il diciottesimo secolo e rappresenta forse la più antica metodologia di analisi dei mercati finanziari.

Il grafico a candele giapponesi è uno dei tipi di grafici più importanti ed utilizzati, che ci permette di ottenere maggiori informazioni sull’andamento dei prezzigrazie al particolar modo con cui viene costruito.

Come si intuisce dal nome, fu inventato in Giappone da Munehisa Homma ed utilizzato per la prima volta nel XVIII secolo per prevedere l’andamento dei prezzi del riso; i nomi assegnati alle Figure Grafiche, qui chiamate come Candlestick Patterns, prendono il nome da vocaboli di guerra e battaglia in Giapponese.

Il Grafico a Candele Giapponesi fu introdotto in Europa solo intorno al 1989 grazie a Steve Nison, che ne spiego il funzionamento e le regole su cui si basa, nel suo libro “Japanese Candlestick Charting Techniques”. 

L’analisi del Grafico a Candele Giapponesi può accompagnare comodamente l’Analisi tecnica e le sue Figure Grafiche, oltre il fatto che può essere usato insieme ad Oscillatori ed Indicatori.

Il grafico è composto da delle vere e proprie candele, chiamate in inglese “Candle-Line”: una Candela, può assumere due colori diversi a seconda se rappresenti un rialzo o un ribasso.


Di solito le coppie di colori usate sono le seguenti: Bianco e Nero (Rialzo e Ribasso), Verde e Rosso (Rialzo e Ribasso), Arancione e Celeste (Rialzo e Ribasso).

Ogni candlestick si costruisce tramite la conoscenza di 4 valori, relativi all’andamento del titolo di un bene all’interno di una sessione di borsa.

  1. Prezzo Apertura della Sessione.
  2. Prezzo Chiusura della Sessione.
  3. Prezzo minimo della Sessione.
  4. Prezzo Massimo della Sessione.

La “sessione” è il periodo di tempo che scegliamo per le candele sul grafico: se per esempio scegliessimo 15 minuti di Time Frame, ciò significherebbe che ogni Candela presente sul grafico rappresenterebbe 15 minuti di contrattazioni.

Quindi, analizzando una singola candela di tale grafico, possiamo sapere il valore massimo e minimo raggiunto dai prezzi durante quei 15 minuti di contrattazione, ma anche il valore del prezzo iniziale e il valore del prezzo finale: con tutte queste informazioni, possiamo analizzare e comprendere al meglio i movimenti dei prezzi.

Vi sono diversi Timeframe tra i quali potrete scegliere (da secondi a minuti, da ore a giorni, settimane o mesi).

L’utilizzo dei grafici per rappresentare il mercato, attraverso le candele giapponesi presenta degli immediati vantaggi anche per i trader poco esperti.

Il grafico a candele, ancora offre un’informazione in più; ovvero la relazione tra il primo e l’ultimo prezzo scambiato, quindi il dato di apertura e quello di chiusura. Questo sarà meglio spiegato nei paragrafi successivi.

La prima cosa da fare riguarda la distinzione tra candele bianche (verdi), che si viene a verificare quando il prezzo di chiusura è maggiore rispetto a quello di apertura e candele nere (rosse)  dove invece il prezzo di chiusura è inferiore rispetto a quello di apertura.

CARATTERISTICHE 

Ogni Candela ha le seguenti 4 caratteristiche, come si può notare dall’immagine precedente:

  1. Real Body: Ovvero il Corpo della Candela vero e proprio, indica l’ampiezza tra il Prezzo di Apertura (Open) e il Prezzo di Chiusura (Close).
  2. Shadows: Ovvero le Ombre della Candela, sono le singole asticelle della Candela e rappresentano i Prezzi Massimi (Upper Shadow) e i prezzi minimi (Lower Shadow) del lasso di Tempo preso in considerazione per la formazione della Candela.
  3. High and Low: Sono la “punta” delle Shadows della Candela e rapprsentano il Prezzo Massimo (High) ed il Prezzo minimo (Low) raggiunto in tale lasso di tempo.
  4. Colore: La Candela può avere due colori come già spiegato in precedenza, per rappresentare un Rialzo oppure un Ribasso, per quel lasso di tempo considerato. In caso sia una Candela di Rialzo, significa che il prezzo di Chiusura (Close) è superiore al prezzo di Apertura (Open); viceversa, in caso sia una Candela di Ribasso, significa che il prezzo di Chiusura (Close) è inferiore al prezzo di Apertura (Open).

A questo punto, passiamo a vedere l’immagine sottostante, dove vengono rappresentati i tipi più comuni di candele giapponesi

 

 RESTA COLLEGATO PER SEGUIRE IL PROSSIMO ARTICOLO